Cosa mangiare per andare in bagno?

112

Cosa dovresti mangiare per andare subito in bagno? Scopri i migliori alimenti per andare subito in bagno.

Cosa mangiare per andare in bagno?
Cosa mangiare per andare in bagno?

Soffri di stitichezza o hai difficoltà nell’andare in bagno? Nella maggior parte dei casi, il problema è legato all’alimentazione. Vediamo quindi cosa bisogna mangiare per andare in bagno.

Cosa mangiare per andare in bagno

L’intestino di ognuno di noi risponde in maniera diversa agli alimenti, ma in generale la lista di alimenti qui sotto può aiutare ad alleviare la stitichezza oltre all’integratore di fibre che è molto utile e con cui molte persone riescono a tenere sotto controllo questo fastidio.

Se ti stai chiedendo “cosa devo mangiare per andare in bagno”, leggi qui sotto e scopri se questi alimenti fanno parte della tua dieta, o meno.

Si tratta di alimenti naturali e sani, che possono essere assunti anche dai bambini o dalle donne in gravidanza.

Ovviamente, se avete qualche timore o magari avete delle allergie, consultate il vostro medico o un bravo dietologo per trovare delle alternative.

Acqua

La disidratazione è una causa comune di costipazione, e bere molta acqua (fino a 2 litri al giorno) può spesso aiutare ad alleviare o risolvere i sintomi.

Quando una persona diventa disidratata, l’intestino non aggiunge abbastanza acqua alle feci, il che si traduce in feci dure, secche e grumose, e può portare alla stitichezza.

Quando si pensa a cosa mangiare per andare in bagno regolare, l’acqua è spesso la prima risposta.

Probiotici

I probiotici possono migliorare la salute dell’intestino. Molti prodotti caseari, tra cui yogurt e kefir, contengono questi microorganismi noti anche come “batteri buoni”, che possono aiutare a migliorare la salute intestinale ed ammorbidire le feci.

In uno studio del 2014 (fonte), dei ricercatori hanno analizzato come l’uso costante di un probiotico non aromatizzato contenente polidestrosio, Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium lactis potesse agire contro la stitichezza.

Si è dunque scoperto che mangiare 180ml di yogurt probiotico a colazione ogni mattina per 2 settimane ha ridotto il tempo necessario per le feci di transitare lungo l’intestino di persone che soffrono di stitichezza cronica. Ecco come i probiotici sono una delle cose che bisogna mangiare per andare in bagno.

Legumi

La maggior parte dei legumi come fagioli, lenticchie, ceci e piselli sono ricchi di fibre, un nutriente che favorisce una buona digestione e riduce la costipazione.

Uno studio del 2017 (fonte) ha scoperto che 100 grammi di legumi cotti forniscono circa il 26% dell’apporto giornaliero di fibre raccomandato, fondamentali per andare in bagno morbido.

Zuppe chiare

Le zuppe chiare sono nutrienti e facili da digerire, inoltre aggiungono umidità alle feci dure e dense, ammorbidendole e aiutandole a passare più facilmente lungo l’intestino.

Prugne secche

Le prugne secche e il succo di prugna sono un rimedio casalingo collaudato da tempo per la stitichezza.

Le prugne secche contengono molte fibre, nutriente noto per facilitare ed accelerare i movimenti intestinali, inoltre si assumono anche sorbitolo e composti fenolici che hanno benefici gastrointestinali.

Crusca di grano

La crusca è un altro alimento ricco di fibre insolubili, quelle che possono accelerare il flusso di feci attraverso l’intestino.

Uno studio del 2013 (fonte) ha scoperto che mangiare a colazione cereali con crusca di grano, ogni giorno per 2 settimane, migliora la funzionalità intestinale e riduce la stitichezza nelle donne sane che di solito non mangiano molte fibre.

Broccoli

Il broccolo contiene sulforafano, una sostanza che protegge l’intestino e facilita la digestione.

Il sulforafano aiuta anche a prevenire la crescita eccessiva di alcuni microrganismi intestinali che possono interferire con una sana digestione.

Porri

Secondo Healthline (fonte) i porri possono migliorare la digestione perché sono fonte di fibra solubile e contengono probiotici, che aiutano a mantenere il tuo intestino sano.

La ricerca suggerisce che una dieta ricca di probiotici può aiutare l’assorbimento da parte dell’organismo di importanti nutrienti e migliorare la salute generale (fonte).

Mele e pere

Le mele e le pere contengono diversi composti che migliorano la digestione, tra cui fibre, sorbitolo e fruttosio.

Questi frutti sono anche ricchi di acqua, che come sappiamo aiuta la digestione e previene la stitichezza.

Per ottenere il massimo beneficio da mele e pere bisognerebbe però mangiarle crude ed intere, con la buccia.

Uva

L’uva è ricca di fibre e contiene molta acqua.

Per alleviare la stitichezza si può provate a mangiare qualche chicco cruda e lavata.

Kiwi

I kiwi contengono circa il 3% di fibre, che aiutano dunque ad aggiungere massa alle feci e ad accelerare il flusso intestinale.

Inoltre, contengono actinidina, un enzima che promuove il movimento nel tratto gastrointestinale superiore, e diversi elementi fitochimici che possono migliorare la digestione.

More e lamponi

Le more e i lamponi sono ricchi di fibre e di acqua, ed entrambi aiutano contro la stitichezza.

Potete mangiarne una manciata al giorno e valutare i benefici.

Pane, pasta e cereali integrali

I prodotti integrali sono un’eccellente fonte di fibra insolubile, che aggiunge peso alle feci e ne accelera il flusso attraverso l’intestino.

Per essere certi di assumere il maggior numero di sostanze nutritive dai prodotti integrali, mangiateli crudi o leggermente cotti.

Olio di oliva

L’olio d’oliva può facilitare il flusso delle feci attraverso l’intestino. Questo olio ha anche un leggero effetto lassativo, che può facilitare il flusso di feci attraverso l’intestino ed alleviare la stitichezza.

Crauti

I crauti contengono batteri probiotici che migliorano la digestione e riducono la stitichezza.

Questi batteri possono anche aumentare la funzionalità immunitaria e la digestione del lattosio.

Alimenti da non mangiare se si soffre di stitichezza

Di seguito vediamo invece una lista di alimenti da non mangiare se si soffre di stitichezza, sia nel caso in cui sia una cosa temporanea che cronica.

Gli elementi da evitare sono:

– bevande gasate
– bevande zuccherate
– latte (meglio optare per alternative come il latte di soia)
– insaccati
– fritti
– farine bianche (sì, invece, a quelle integrali)
– alcol
– snack e schifezze varie
– cioccolato (sì invece al cioccolato fondente, che migliora le funzioni intestinali)