Coronavirus Cina COVID-19: sintomi, causa, rischio, quando andare dal medico

19

Il termine coronavirus è generico ed indica una famiglia di virus (i coronavirus, appunto) che possono causare tutta una serie di fastidi e malattie, a partire dal raffreddore, fino alla SARS (Severe acute respiratory syndrome) e alla MERS (Middle East Respiratory Syndrome). Quello che ci sta preoccupando in questo 2020 è il cosiddetto Coronavirus Cina, […]

Coronavirus COVID-19
Coronavirus COVID-19

Il termine coronavirus è generico ed indica una famiglia di virus (i coronavirus, appunto) che possono causare tutta una serie di fastidi e malattie, a partire dal raffreddore, fino alla SARS (Severe acute respiratory syndrome) e alla MERS (Middle East Respiratory Syndrome).

Quello che ci sta preoccupando in questo 2020 è il cosiddetto Coronavirus Cina, ovvero un nuovo coronavirus è stato identificato come causa di un focolaio di malattia che ha avuto origine in Cina.

Il virus è conosciuto ufficialmente come SARS-CoV-2, o COVID-19.

Casi di COVID-19 sono stati segnalati praticamente in ogni stato del mondo e l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dichiarato la pandemia lo scorso 11 marzo (link).

Sintomi del Coronavirus Cina

I sintomi del Coronavirus cinese COVID-19 possono comparire da 2 a 14 giorni dopo l’esposizione e possono includere:

  • Febbre alta (significa che senti caldo toccando la fronte o il petto)
  • Tosse secca (significa tosse per più di 1 ora, o 3 episodi di tosse intensa in un periodo di 24 ore)

Fonte

Altri sintomi del COVID-19 sono:

  • Respiro corto o difficoltà di respirazione
  • Stanchezza
  • Dolore muscolare
  • Naso che cola
  • Gola dolorante

Fonte

Secondo degli studi più recenti, sembra che due dei sintomi del coronavirus COVID-19 siano la perdita di olfatto e gusto, il che metterebbe in evidenza come questo nuovo virus potrebbe colpire il sistema nervoso del malato.

Fonte

La gravità dei sintomi di COVID-19 può variare da molto lieve a grave. Alcune persone, invece, non hanno sintomi (asintomatici).

Le persone più anziane o che soffrono di patologie croniche, come malattie cardiache o polmonari, diabete o tumore, possono essere più a rischio di complicanze gravi.

Quando andare dal medico

Contattate subito il vostro medico se avete sintomi di COVID-19, se siete stati esposti a qualche caso confermato di COVID-19, o se vivete o avete viaggiato da un’area con una diffusione elevata di COVID-19 in corso, come stabilito dal CDC e dall’OMS.

NON andate dal medico o al pronto soccorso, ma chiamate il numero 1500.

Chiunque abbia sintomi respiratori e non è stato esposto (o non dovrebbe, perlomeno) dovrebbe contattare il proprio medico curante per ulteriori raccomandazioni e indicazioni. Informate sempre il medico se avete altre malattie croniche. Con il progredire della pandemia, è importante assicurarsi che l’assistenza sanitaria sia disponibile per chi ne ha più bisogno.

Cause e contagiosità

Non è ancora chiaro quanto sia contagioso il nuovo coronavirus. Sembra che si diffonda da persona a persona tra coloro che sono a stretto contatto. Può essere diffuso dalle goccioline respiratorie (droplets) rilasciate quando qualcuno con il virus tossisce o starnutisce.

Può anche diffondersi se una persona tocca una superficie con il virus e poi si tocca la bocca, il naso o gli occhi.

Fattori di rischio

I fattori di rischio per COVID-19 sembrano includere:

  • Viaggi recenti da un’area con una diffusione elevata di COVID-19 in corso, come determinato dal CDC o dall’OMS
  • vivere a stretto contatto con qualcuno che ha il COVID-19, come un familiare.

Complicazioni

Le complicazioni del coronavirus Cina COVID-19 possono includere:

  • Polmonite ad entrambi i polmoni
  • Insufficienze in diversi organi
  • Morte

Prevenzione

Anche se non è ancora disponibile nessun vaccino che possa prevenire l’infezione legata al nuovo coronavirus, è possibile adottare delle misure di sicurezza per ridurre il rischio di infezione.

L’OMS e il CDC raccomandano di seguire queste precauzioni per evitare il più possibile il contagio:

  • Evitare grandi eventi e raduni di massa.
  • Evitare il contatto ravvicinato (1 o 2 metri) con chiunque sia malato o abbia sintomi.
  • Mantenere la distanza sociale dagli altri se il COVID-19 si sta diffondendo nella propria zona, specialmente se si ha un rischio maggiore legato a malattie gravi.
  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, in mancanza usare un disinfettante per mani a base di alcol che contenga almeno il 60% di alcol (fonte).
  • Coprire bocca e naso con il gomito o con un fazzoletto quando si tossisce o si starnutite. Buttare via subito il fazzoletto usato.
  • Evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca se le mani non sono pulite.
  • Evitare di condividere piatti, bicchieri, biancheria da letto e altri oggetti di uso domestico se siete malati.
  • Pulire e disinfettare le superfici che si toccano quotidianamente.
  • Rimanere a casa dal lavoro e prediligere lo smart working, non andare a scuola né in aree pubbliche se si è malati.
  • Evitare di prendere i mezzi pubblici.

Il CDC non raccomanda alle persone sane di indossare una maschera facciale per proteggersi da malattie respiratorie, incluso COVID-19. Bisogna indossare una maschera solo se si è malati, o se un operatore sanitario dovesse consigliare di farlo.

Altre raccomandazioni dell’OMS:

  • Evitare di mangiare carne cruda o poco cotta, nonché organi animali.
  • Evitare il contatto con animali vivi e superfici potenzialmente contaminate se state visitando i mercati vivi in aree che hanno avuto recentemente nuovi casi di coronavirus.
  • Se soffrite di una problematica medica cronica potreste avere un rischio maggiore di malattie gravi, per cui consultate il medico per capire come meglio proteggervi.

Viaggi all’estero

Partendo dal presupposto che oggi è sconsigliato viaggiare, se proprio dovete farlo controllate i siti web dei governi locali e delle compagnie aeree (se vi spostate in aereo) per aggiornamenti e consigli.

Ricordate di parlare prima con il medico se avete condizioni di salute che vi rendono più suscettibili alle infezioni respiratorie.